pesca professionale 2018-06-04T00:10:10+00:00

pescatori professionisti

I pescatori professionisti possono dare un contributo fondamentale nella pulizia dei fondali. Nella pesca a strascico o con il ‘rapido’, infatti, la quantità di rifiuti recuperata è davvero importante, ma alcuni problemi burocratici ne ostacolano lo smaltimento. Clean Sea Life sta lavorando  con le autorità e i pescatori per identificare le possibili soluzioni.

una piccola rivoluzione

I pescatori possono avere un ruolo importante nella pulizia dei mari. Al momento però, in assenza di una ‘definizione’ del rifiuto recuperato in mare e di una filiera definita per il suo recupero, i pescatori spesso ributtano in mare l’immondizia che hanno raccolto: dalle lavatrici, ai copertoni, alle bottiglie, alle retine per l’allevamento delle cozze. Le diverse ma sporadiche iniziative di ‘pesca di rifiuti’, portate avanti in tutta Italia da almeno trent’anni, si sono quasi ovunque esaurite con la fine dei vari progetti, perché la legge non è chiara su chi debba farsi carico dello smaltimento dei rifiuti marini. Ascoltate invece l’esperienza dei pescatori di Acciaroli coinvolti dal ‘sindaco pescatore’ Angelo Vassallo nella pesca dei rifiuti – attività che, dopo il suo omicidio, è stata portato avanti dalla Fondazione a lui intitolata, in questo video.

a pesca di rifiuti

Clean Sea Life ha previsto attività pilota di pesca di rifiuti a Porto Torres, Manfredonia,  San Benedetto del Tronto e Rimini. Fondamentale la sinergia fra i Comuni, l’Autorità Portuale, le Capitanerie di Porto e le aziende per lo smaltimento dei rifiuti, che insieme assicuran  la filiera a terra per lo smaltimento della spazzatura rimossa dai pescherecci.

I risultati di questa sperimentazione saranno condivise con le Autorità nazionali – Ministero dell’Ambiente,Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali, Comando Generale delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera – per contribuire identificare un iter procedurale che possa essere replicato in tutta Italia.

Porto Torres

Si è inaugurata il 1 giugno 2018 a Porto Torres la prima delle azioni di ‘pesca di rifiuti’ di Clean Sea Life. I pescatori hanno raccolto la spazzatura accumulata sui fondali e smaltita a terra, grazie alla collaborazione dell’Autorità di Sistema Portuale del Mare di Sardegna, la Capitaneria di Porto e il Comune di Porto Torres. I bimbi della scuola elementare Bellini hanno atteso a terra i pescatori e ascoltato dalla loro voce cosa si trova sui fondali. Una lezione in spiaggia ha poi persuaso i piccoli a darsi da fare per mantenere pulito il loro mare. Guarda il video integrarle della giornata

Rimini

Il 7 giugno i pescatori professionisti di Rimini riporteranno a terra i rifiuti raccolti con le reti a strascico. Il Comune di Rimini è particolarmente attento a questo aspetto della salute del mare, e svolge un ruolo fondamentale nel coordinare lo smaltimento dei rifiuti raccolti dai pescatori

San Benedetto del Tronto

La prima attività di ‘pesca dei rifiuti’ mai tentata a San Benedetto del Tronto partirà il 15 giugno grazie allo sforzo comune di pescatori, il Comune, le aziende di gestione di rifiuti Picenambiente e Garbage Service e  il fondamentale coordinamento della Guardia Costiera di San Benedetto del Tronto.

Loading...
file_manager_permission_system_frontend()